Obama, il secondo è servito.

“Tutti insieme possiamo costruire il futuro”

Per alcuni è stata la notte Americana, la notte di Obama , la notte del Presidente, ma di sicuro è stata la notte di twitter.

Infatti le prime parole del quarantaquattresimo Presidente americano sono state “twettate” sul popolare social network “Voi lo avete reso possibile, grazie” , frase che ha fatto il giro sia dell’America che del Mondo intero.

L’America per la seconda volta a dato fiducia al “ragazzo” dell’Honolulu. A dare questa fiducia sono stati soprattutto i giovani, gli operai, i disoccupati la così definita dai giornali “altra America” e quindi possiamo affermare che la crisi è stata la salvezza per Obama, oltre all’uragano Sandy.

 

Obama si accinge a tornare alla “White House”  più determinato, deciso a continuare ciò che da 4 anni ha svolto il “Presidente”, con un principale obbiettivo sollevare le sorti dell’America che in questo istante, come il resto del mondo  è tra le grinfie della crisi, infatti lo stesso nel suo discorso di ringraziamento enuncia “l’America migliore deve ancora venire”

Il nuovo (vecchio) Presidente promette di lavorare lavorare con tutti e due gli schieramenti politici in tandem per risanare l’economia per ridurre il debito pubblico e la piaga della disoccupazione, e questo sarà possibile se nessuno remerà contro, cioè dovranno tralasciare i vecchi ideali politici e accordarsi per il bene del paese. Non ci resta che augurare altri 4 anni ricchi di risultati.

Concludo con la foto che ha fatto il giro del mondo, dimostrando che dietro a ogni Grande uomo , c’è una Grande donna.

 

Qualcosina a proposito di crisi e governi….

Abbiamo visto come la crisi ha dato una mano alla rielezione di Obama, ma  pensandoci vediamo come la crisi ha distrutto la maggior parte dei governi, non bisogna andare molto lontano:

  • L’Italia la caduta dal trono di Berlusconi (a , non era un monarca ? ).
  • La Francia con la sconfitta (alle elezioni) di Nicolas Sarkozy.

Allora sono due le cose, o , il paese non ha fiducia nei “Presidenti” (avendo sperimentato sulla loro pelle il loro operato) o gli stessi non hanno il coraggio di affrontare una situazione critica, io voterei per la prima.

“E non pensiamo che in America le cose funzionino diversamente, se fai bene il tuo lavoro resti, se lo fai male ti cacciano”

Annunci

Un pensiero su “Obama, il secondo è servito.

  1. Pingback: Il “Primo” anno di A Voi Tutti. 2012. | A Voi Tutti. Un Po Di Tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...